IL COLORE NECESSARIO

COME PRENOTARE:

Contattaci:
Tel. 02.36503740 – biglietteria@pacta.org

Gruppi organizzati, dal lun al ven:
Tel. 02.36503740 – promozione@pacta.org

Gruppi scolastici, dal lun al ven:
Tel. 02.36503740 – ufficioscuole@pacta.org

IL COLORE NECESSARIO

IL COLORE NECESSARIO

Nelle immagini che Pierluigi Cattani Faggion ha scelto per la mostra il colore è declinato come tema trasversale, cioè non è l’oggetto diretto della fotografia ma rappresenta un pezzo del contenuto comunicativo della foto del quale non si può fare a meno, senza il quale l’immagine perderebbe molto del suo significato. In altre parole, il colore non costituisce oggetto d’indagine dell’immagine ma si presenta come “colore necessario” alla storia che la fotografia sta raccontando.

Molti anni fa un giornalista di una rivista per fotoamatori chiese, forse un po’ ingenuamente, a Luigi Ghirri come mai fotografasse a colori e lui rispose con molta semplicità che fotografava a colori perché il mondo è a colori. Quando ho letto quell’intervista, pubblicata molti anni dopo in una raccolta di testi e immagini dedicata a Ghirri, ho capito che, in fondo, forse chi non riesce a non fotografare a colori, e mi ritrovo tra questi, lo fa per la stessa ragione. Il colore pur non essendo mai neutro (come la luce, la prospettiva, il tempo….. le fotografie sono sempre costruzioni) si presenta spesso come un dato di fatto, sta lì perché “il mondo è a colori”. Però ci sono delle immagini in cui, talvolta per scelta, talvolta per necessità, o per caso, il colore prende una forma comunicativa particolare, diventa necessario, essenziale per il nucleo comunicativo dell’immagine”. Dice Faggion.

Le poche fotografie che ha selezionato per il suo contributo al tema del colore sono state realizzate in luoghi e momenti molto lontani tra loro e per scopi diversi, talvolta dentro progetti lunghi realizzati su commissione o autocommissione, talvolta per puro caso passando di lì, con macchine reflex da lavoro o con lo smartphone che aveva in tasca in quel momento. Tutte però sono legate da questo strano filo che le annoda.

 

Pierluigi Cattani Faggion è nato a Ferrara nel 1969 e vive a Trento dai tempi dell’università. Si è laureato in Economia Politica ma poi ha capito che il suo rapporto con il mondo esterno sarebbe passato attraverso le cose che documenta e le storie che racconta con la fotografia. Così ha studiato fotografia e frequentato il corso di Alta Formazione in Fotogiornalismo presso l’agenzia Contrasto di Milano. Lavora come fotografo dal 2005 e aiuta Michela, la sua compagna, nel portare avanti il progetto di MULTIVERSOteatro.